lunedì , 15 Luglio 2024
Notizie più calde //
Home » HOT » “L’impresario delle Smirne” un capolavoro goldoniano al Teatro Bobbio. DAL 11 AL 16 APRILE

“L’impresario delle Smirne” un capolavoro goldoniano al Teatro Bobbio. DAL 11 AL 16 APRILE

Un classico di Goldoni, “L’impresario delle Smirne”, debutta venerdì 11 aprile, alle 20.30, al Teatro Bobbio, dove resterà in scena fino a mercoledì 16. Lo spettacolo, prodotto dall’Associazione Teatrale Pistoiese in collaborazione con Valzer srl, conta sull’adattamento e la regia, nonché sull’interpretazione di Roberto Valerio affiancato da Valentina Sperlì, Antonino Iuorio e Nicola Rignanese.  Composta nel 1759, “L’impresario delle Smirne”, è una commedia che offre un impietoso ritratto del mondo degli artisti teatrali, ambiente che Goldoni conosce a fondo e può quindi “parlarne per fondamento”, come egli stesso dichiara nella prefazione. Tutto ruota attorno ad un gruppo di attori, uomini e donne pettegoli, invadenti, boriosi e intriganti che, disperati e affamati, vivono per un breve attimo l’illusione di riuscire a partire per una tournée in Oriente con Alì, un ricco mercante delle Smirne intenzionato a  formare una compagnia d’Opera, e tornare carichi d’oro e di successi. Questo loro atteggiamento li rende facili prede di mediatori ed impresari che li manovrano a loro piacimento mentre loro si perdono a combattere tra loro per un costume più sfarzoso o per le gerarchie di palcoscenico.. Come sostiene il regista, che ha immerso lo spettacolo in una ambientazione anni ’50 con numerosi riferimenti alla filmografia italiana, “L’impresario delle Smirne”, è un grande affresco, una cantata corale affidata all’insieme della compagnia che lo rappresenta: ogni personaggio, dal Turco al servitore, si rivela incisivo, necessario in un “divertissement  d’ensemble” che restituisce il clima lezioso e libertino dell’epoca; ma che allo stesso tempo offre l’occasione per porsi alcune domande LIMPRESARIO-DELLE-SMIRNE-Iuorio-Rignanese-Sperlì-Valedi sconcertante attualità: che importanza ha l’Arte e in modo specifico l’Arte teatrale nella società contemporanea? E che ruolo riveste all’interno di suddetta Arte, l’attore? In quale modo è possibile riuscire a realizzare spettacoli di grande valore artistico senza adeguate risorse finanziarie?”

 

Sul palco del Bobbio Valentina Sperlì, Roberto Valerio, Antonino Iuorio e Nicola Rignanese con Massimo Grigò e Federica Bern, Alessandro Federico, Chiara Degani, Peter Weyel.

 

Le scene sono di Giorgio Gori, i costumi di Lucia Mariani e il disegno luci di Emiliano Pona

Lo spettacolo, che fa parte dei “titoli rossi” debutta venerdì 11 aprile alle 20.30 e rimane in scena fino a mercoledì 16 aprile, con i consueti orari del Teatro Bobbio: serali 20.30, domenica e martedì alle 16.30.

Prevendita dei biglietti, prenotazione dei posti e cambi turno presso la biglietteria del Teatro Bobbio (tel. 040.390613/948471 – orari: 8.30-13.00; 15.30-18.30) o al TicketPoint di Corso Italia 6/C (tel. 040.3498276/3498277 – orari: 8.30-12.30; 15.30-19.00). Prevendita On Line: Circuito VIVATICKET by Charta (vivaticket.it).

Informazioni: 040.948471 / 948472 /390613; [email protected]www.contrada.i

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top